CHI SIAMO: EDAP è un Sito/Blog il quale scopo, principalmente, è quello di raggiungere gli Italiani che vivono all'estero, per qualunque necessità essa sia, lavoro ed altro. Questo Sito è nato per dare un appoggio e un conforto morale e spirituale a tutti quelli che credono in Gesù. Visto che la necessità più grande che si è potuta verificare nel corso dei tempi, in tutta l'umanità, è stata la solitudine. Dio vi benedica a tutti quelli che entrano in questo portale Web. | Clicca qui |

lunedì 8 agosto 2016

Perché lo amo

Leggi: Apocalisse 22:12-21 | La Bibbia in un anno: Salmi 74-76 Romani 9:16-33

Colui che attesta queste cose, dice: «Sì, vengo presto!» Amen! Vieni, Signore Gesù!—Apocalisse 22:20

Il giorno prima che mio marito tornasse a casa da un viaggio di lavoro, mio figlio mi ha detto: “Mamma, voglio che papà torni a casa”. Gli ho chiesto perché e mi aspettavo che mi rispondesse che non vedeva l’ora di ricevere il regalo che di solito gli portava al rientro, oppure che gli mancasse giocare a palla con lui. Lui invece ha affermato solennemente: “Voglio che torni a casa perché lo amo!”

La sua risposta mi fa pensare al Signore e alla Sua promessa di tornare. “Sì, vengo presto”, dice Gesù (Apocalisse 22:20). Io desidero il Suo ritorno, ma perché? È perché sarò alla Sua presenza, lontano dalla malattia e dalla morte? E’ perché sono stanca di vivere in un mondo difficile? O è perché quando hai amato Gesù così tanto per la maggior parte della tua vita, quando Lui ha condiviso con te lacrime e risate, dopo che Gesù è stato per te più reale di chiunque altro, tu desideri stare con Lui per sempre?

Sono contenta che mio figlio senta la mancanza del padre quando non c’è. Sarebbe terribile se non gli importasse niente del suo ritorno o se pensasse che il rientro del padre potrebbe interferire con i suoi piani. Come ci sentiamo riguardo al ritorno del Signore? Quanto è bello poter desiderare con forza quel giorno, e poter dire con sincerità: “Vieni, Signore Gesù! Ti amiamo”.

Signore, torna presto! Desidera ardentemente il ritorno del Signore.

Fonte: ilnostropanequotidiano.org