CHI SIAMO: EDAP è un Sito/Blog il quale scopo, principalmente, è quello di raggiungere gli Italiani che vivono all'estero, per qualunque necessità essa sia, lavoro ed altro. Questo Sito è nato per dare un appoggio e un conforto morale e spirituale a tutti quelli che credono in Gesù. Visto che la necessità più grande che si è potuta verificare nel corso dei tempi, in tutta l'umanità, è stata la solitudine. Dio vi benedica a tutti quelli che entrano in questo portale Web. | Clicca qui |

giovedì 29 settembre 2016

Sotto una pioggia di pietre

Leggi: Giovanni 7:53-8:11 | La Bibbia in un anno: Isaia 7-8 Efesini 2

Chi di voi è senza peccato, scagli per primo la pietra contro di lei.—Giovanni 8:7

Mentre alcuni capi religiosi trascinavano una donna adultera da Gesù, non potevano sapere che la stavano portando verso una pioggia di grazia. La loro speranza era di screditare Gesù. Se Lui avesse detto di lasciar andare la donna, potevano accusarlo di infrangere la legge di Mosè. Se l’avesse condannata a morte, la folla che lo seguiva avrebbe smesso di credere al Suo messaggio di misericordia e grazia.

Ma Gesù pose l’attenzione sugli accusatori. La Scrittura dice che invece che rispondere a loro direttamente, iniziò a scrivere sulla sabbia. Quando i capi religiosi continuarono ad incalzarlo, Gesù invitò tutti coloro che non avevano mai peccato a lanciare la prima pietra, poi continuò a scrivere per terra. Quando poi alzò il Suo sguardo, tutti gli accusatori erano spariti.

Ora, la sola persona che avrebbe potuto lanciare una pietra—l’unico senza peccato—guardò la donna e le mostrò misericordia: “Neppure Io ti condanno; va’ e non peccare più” (Giovanni 8:11).

Forse oggi hai bisogno di essere perdonato per aver giudicato gli altri, o forse hai bisogno di sapere che nessun peccato va oltre la Sua grazia. In ogni caso, sii incoraggiato: nessuno lancerà pietre oggi; vai, e sii trasformato dalla misericordia di Dio.

Padre, purificami dalla mia natura accusatrice e liberami dai legami del peccato. Fammi sentire la Tua misericordia e aiutami a vivere una nuova vita.
Noi serviamo un Salvatore che non vede l’ora di perdonare.

Fonte: ilnostropanequotidiano