CHI SIAMO: EDAP è un Sito/Blog il quale scopo, principalmente, è quello di raggiungere gli Italiani che vivono all'estero, per qualunque necessità essa sia, lavoro ed altro. Questo Sito è nato per dare un appoggio e un conforto morale e spirituale a tutti quelli che credono in Gesù. Visto che la necessità più grande che si è potuta verificare nel corso dei tempi, in tutta l'umanità, è stata la solitudine. Dio vi benedica a tutti quelli che entrano in questo portale Web. | Clicca qui |

lunedì 18 settembre 2017

INSEGNAMENTI. Liberi dalla maledizione

Nelle molte chiese denominazionali, i Pastori TI FANNO CREDERE che sei ancora sotto la maledizione del peccato o l'ira di DIO, stai attento, ti stanno ingannando.
La libertà cristiana, è un dono di Dio, vuol dire che grazie a DIO per mezzo di Gesù Cristo possiamo tornare a lui per mezzo del sacrifico di Cristo, per mezzo della croce.. Significa essere liberati dall'inganno del Diavolo del Pastore e dall'asservimento al peccato.
Specifichiamo cosa significa essere liberi dalla maledizione della legge.
Per poter capire di più dobbiamo capire qual era la nostra condizione prima che Dio ci salvasse. Per natura la nostra condizione è quella di ribelli a Dio e trasgressori della Sua Legge, quindi? giudicati colpevoli. Da questa meritata condanna il Signore Gesù Cristo è venuto per riscattarci, dalla morte di peccato, portando su di se tutti i nostri peccati, la pena che noi avremmo dovuto subire. Grazie al Signore Gesù Cristo, oggi non siamo più sotto questa condanna ne di maledizione, ne soggetti alla sua IRA.
In lui siamo stati perdonati e riconciliati per mezzo del suo sangue con DIO Padre. Colui che non aveva conosciuto peccato, Dio lo fece peccato in nostro favore, perché in lui noi potessimo diventare giustizia di Dio.2Cor.5:21.
La Scrittura dice: Egli ha dato se stesso per noi per riscattarci da ogni iniquità e purificarsi un popolo che gli appartenga, zelante nelle opere buone. Tito 2:14.
Egli ha vivificato anche voi, che eravate morti nei falli e nei peccati, nei quali già camminaste, seguendo il corso di questo mondo, secondo il principe della potestà dell’aria, dello spirito che al presente opera nei figli della disubbidienza, fra i quali anche noi tutti un tempo vivemmo nelle concupiscenze della nostra carne, adempiendo i desideri della carne e della mente, ed eravamo per natura figli d’ira, come anche gli altri. Ma Dio, che è ricco in misericordia per il suo grande amore con il quale ci ha amati, anche quando eravamo morti nei falli, ci ha vivificati con Cristo (voi siete salvati per grazia), e ci ha risuscitati con lui e con lui ci ha fatti sedere nei luoghi celesti in Cristo Gesù, per mostrare nelle età che verranno le eccellenti ricchezze della sua grazia con benignità verso di noi in Cristo Gesù. Efes. 2:1-7.
LA MALEDIZIONE E' RICADUTA SU GESU' CRISTO.
Siamo stati liberati dal peso e dall'angoscia del peccato.
Cristo ci ha riscattati dalla maledizione della legge, essendo diventato maledizione per noi (poiché sta scritto: «Maledetto chiunque è appeso al legno»),affinché la benedizione di Abrahamo pervenisse ai gentili in Cristo Gesù, perché noi ricevessimo la promessa dello Spirito mediante la fede. Gal-5:13.
E per riconciliare tutti e due con Dio in un solo corpo,per mezzo della croce,eliminando in se stesso l’inimicizia. Efes.2:16.
NON PIU SOTTO IL POTERE DI SATANA.
L'opera del Salvatore Gesù Cristo, secondo la volontà di Dio Padre, è stata quella di sottrarci "al presente secolo malvagio. Gal. 1:4.
Dio ci ha liberati dal potere delle tenebre e ci ha trasportati nel regno del suo amato Figlio. Col. 1:13.
Dio ci apre gli occhi e ci converte dalle tenebre alla luce e dal potere di Satana a Dio" avendo ricevuto per fede in Lui il perdono dei peccati e la nostra parte di eredità tra i santificati.Atti 26:18.
Il peccato non ha più potere su di noi: .infatti il peccato non avrà più potere su di voi; perché non siete sotto la legge ma sotto la grazia. Rm. 6:14.
NON C'E' PIU' NESSUNA CONDANNA PER QUELLI CHE SONO IN CRISTO.
Sappiamo che la morte è salario del peccato, ma in Cristo e con Lui non siamo più soggetti a condanna alcuna: Non c'è dunque più nessuna condanna per quelli che sono in Cristo Gesù" Rm.i 8:1.
GIUSTIIFCATI PER FEDE ABBAIAMO PACE PRESSO DIO.L'Apostolo scrive: "Giustificati dunque per fede, abbiamo pace con Dio per mezzo di Gesù Cristo, nostro Signore, mediante il quale abbiamo anche avuto, per la fede, l'accesso a questa grazia nella quale stiamo fermi; e ci gloriamo nella speranza della gloria di Dio.Rm. 5:1-2.
Perché nessuna carne sarà giustificata davanti a lui per le opere della legge; mediante la legge infatti vi è la conoscenza del peccato.Rm.3:20-24.
La giustificazione per la fede in Gesù Cristo
Ma ora, indipendentemente dalla legge, è stata manifestata la giustizia di Dio, alla quale rendono testimonianza la legge e i profeti, cioè la giustizia di Dio mediante la fede in Gesù Cristo verso tutti e sopra tutti coloro che credono, perché non c'è distinzione; poiché tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio, ma sono gratuitamente giustificati per la sua grazia, mediante la redenzione che è in Cristo Gesù.
Noi dunque riteniamo che l'uomo è giustificato mediante la fede senza le opere della legge.Rm.3:28.
Poiché vi è un solo Dio, che giustificherà il circonciso per fede, e anche l'incirconciso mediante la fede.Rm.3:30.
Perché se Abrahamo è stato giustificato per le opere, egli ha di che gloriarsi; egli invece davanti a Dio non ha nulla di che gloriarsi. Infatti, che dice la Scrittura? «Or Abrahamo credette a Dio e ciò gli fu imputato a giustizia». Ora a colui che opera, la ricompensa non è considerata come grazia, ma come debito; invece colui che non opera, ma crede in colui che giustifica l'empio, la sua fede gli è imputata come giustizia.Rm.4:2-5.
Ora non per lui solo è scritto che questo gli fu imputato, ma anche per noi ai quali sarà imputato, a noi che crediamo in colui che ha risuscitato dai morti Gesù, nostro Signore,Rm.4:23-24
PACE E RICONCILIAZIONE CON DIO.
Giustificati dunque per fede, abbiamo pace presso Dio per mezzo di Gesù Cristo, nostro Signore,per mezzo del quale abbiamo anche avuto, mediante la fede, l'accesso a questa grazia nella quale stiamo saldi e ci vantiamo nella speranza della gloria di Dio.Rm.5:1-2.
Perciò l'eredità è per fede; in tal modo essa è per grazia, affinché la promessa sia assicurata a tutta la progenie, non solamente a quella che è dalla legge, ma anche a quella che deriva dalla fede di Abrahamo.Rm.4:16.
Sapendo che l'uomo non è giustificato per le opere della legge ma per mezzo della fede in Gesù Cristo, abbiamo creduto anche noi in Cristo Gesù, affinché fossimo giustificati mediante la fede di Cristo e non mediante le opere della legge, poiché nessuna carne sarà giustificata per mezzo della legge.Gal2:16.
E la Scrittura, prevedendo che Dio avrebbe giustificato le nazioni mediante la fede, diede prima ad Abrahamo una buona notizia: «Tutte le nazioni saranno benedette in te».Perciò coloro che si fondano sulla fede sono benedetti col fedele Abrahamo. Ora tutti coloro che si fondano sulle opere della legge sono sotto la maledizione, perché sta scritto: «Maledetto chiunque non persevera in tutte le cose scritte nel libro della legge per praticarle». Poiché è manifesto che nessuno è giustificato mediante la legge davanti a Dio, perché: «Il giusto vivrà per la fede». Ora la legge non proviene dalla fede, ma «l'uomo che farà queste cose vivrà per mezzo di esse».Gal.3:8-12.
La legge è dunque contraria alle promesse di Dio? Così non sia; perché se fosse stata data una legge capace di dare la vita, alloraveramente la giustizia sarebbe venuta dalla legge.Ma la Scrittura ha rinchiuso ogni cosa sotto il peccato, affinché fosse data ai credenti la promessa mediante la fede di Gesù Cristo.Gal.3:21-22.
Così la legge è stata nostro precettore per portarci a Cristo, affinché fossimo giustificati per mezzo della fede.Ma, venuta la fede, non siamo più sotto un precettore,perché voi tutti siete figli di Dio per mezzo della fede in Cristo Gesù.Gal.3.24-26.
Voi, che cercate di essere giustificati mediante la legge, vi siete separati da Cristo; siete scaduti dalla grazia. Noi infatti in Spirito, mediante la fede, aspettiamo la speranza della giustizia.Gal.5:4-5.
Affinché, giustificati per la sua grazia, fossimo fatti eredi della vita eterna, secondo la speranza che abbiamo.Tito.3:7.
PASTORI, PERCHE' VI OPPONETE ALLE SACRE SCRITTURE? perché tentate Dio mettendo sul collo dei discepoli un giogo che né i padri nostri né noi siamo stati in grado di portare? Ma noi crediamo che siamo salvati mediante la grazia del Signore Gesù allo stesso modo di loro. Atti 15:10-11.
Il Signore Gesù Cristo ci HA LIBERATI VERAMENTE DA OGNI MALEDIZIONE.
Perciò non ricadete sotto la schiavitù degli uomini corrotti quanto alla fede , "Empi che volgono in dissolutezza la grazia del nostro Dio e negano il nostro unico Padrone e Signore Gesù Cristo.Giuda 3.
Ubbidite a DIO e al suo Cristo, fatelo questo come uomini liberi.
Liberi dalla maledizione che asservivamo, ma come veri servi di Dio. LIBERI SIGNIFICA: liberi dall'uomo, dalle catene di Satana, dalle maledizioni Generazionali, dal peccato, dall'ira di Dio, dalla morte.

RICORDA: OGGI SEI UNA NUOVA CREATURA LE COSE VECCHIE SONO PASSATE.
Se dunque uno è in Cristo, egli è una nuova creatura; le cose vecchie sono passate; ecco, tutte le cose sono diventate nuove.
Ora tutte le cose sono da Dio, che ci ha riconciliati a sé per mezzo di Gesú Cristo e ha dato a noi il ministero della riconciliazione,poiché Dio ha riconciliato il mondo con sé in Cristo, non imputando agli uomini i loro falli, ed ha posto in noi la parola della riconciliazione.2Cor.5:17.
E così il vangelo proclama che questa riconciliazione è un fatto compiuto: Ora tutti i suoi figli sono dichiarati E riconciliati con Dio.
Ed è Lui che emette la parola di riconciliazione dicendo: Poiché Dio non ci ha destinati all'ira, ma ad ottenere salvezza per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo 1Tess-5-9.
Luciano Sigismondi