CHI SIAMO: EDAP è un Sito/Blog il quale scopo, principalmente, è quello di raggiungere gli Italiani che vivono all'estero, per qualunque necessità essa sia, lavoro ed altro. Questo Sito è nato per dare un appoggio e un conforto morale e spirituale a tutti quelli che credono in Gesù. Visto che la necessità più grande che si è potuta verificare nel corso dei tempi, in tutta l'umanità, è stata la solitudine. Dio vi benedica a tutti quelli che entrano in questo portale Web. | Clicca qui |

martedì 19 dicembre 2017

INSEGNAMENTI. Il Pastore Geremia Steepek si era vestito da mendicante

Il Pastore Geremia Steepek si era vestito da mendicante ed è andato alla chiesa di 10 mila membri dove sarebbe stato presentato come pastore principale al mattino.
Ha camminato intorno alla chiesa per 30 minuti appena si riempiva di persone per il culto. SOLO 3 SU 7 delle 10.000 persone dicevano "ciao" per il mendicante. Per alcune persone, ha chiesto loro delle monete per comprare del cibo. Nessuno in chiesa gli ha dato qualcosa. E ' entrato nel tempio e ha cercato di sedersi sul davanti, ma i diaconi gli hanno chiesto di sedersi sul retro del tempio. Egli salutava le persone che gli ripagavano sguardi pieni di disgusto e di disprezzo a guardarlo dalla testa ai piedi.
Quando era seduto sul retro del tempio, ha ascoltato gli annunci del culto e poi subito un leader è salito sull'altare e annuncio che si sentiva entusiasta di presentare al nuovo pastore della congregazione: " ci piacerebbe presentarvi il pastore Geremia Steepek ". le persone guardavano intorno applaudendo con gioia e ansia. E ' stato quando l'uomo senzatetto, il mendicante che si sedeva nelle ultime banche, si mise in piedi e cominciò a camminare lungo il corridoio. Gli applausi si sono fermati. E tutti lo guardavano. Si e ' avvicinato all'altare e ha preso il microfono. E ' stato trattenuto per un momento e ha detto:
«Allora il re dirà a quelli della sua destra: “Venite, voi, i benedetti del Padre mio; ereditate il regno che v'è stato preparato fin dalla fondazione del mondo. Perché ebbi fame e mi deste da mangiare; ebbi sete e mi deste da bere; fui straniero e mi accoglieste; fui nudo e mi vestiste; fui ammalato e mi visitaste; fui in prigione e veniste a trovarmi”. Allora i giusti gli risponderanno: “Signore, quando mai ti abbiamo visto affamato e ti abbiamo dato da mangiare? O assetato e ti abbiamo dato da bere? Quando mai ti abbiamo visto straniero e ti abbiamo accolto? O nudo e ti abbiamo vestito? Quando mai ti abbiamo visto ammalato o in prigione e siamo venuti a trovarti?” E il re risponderà loro: “In verità vi dico che in quanto lo avete fatto a uno di questi miei minimi fratelli, l'avete fatto a me”.»
Dopo aver letto il testo di Matteo 25:34-40, ha guardato la congregazione e ha raccontato tutto quello che era successo quella mattina. Molti cominciarono a piangere, molte teste si inchinarono per la vergogna. Il Pastore disse allora: " oggi vedo una riunione di persone, e non la chiesa di Gesù Cristo. Il mondo ha abbastanza persone, ma non ci sono abbastanza discepoli. Quando sarete discepoli?", chiedo. Dopo una pausa, ha chiuso il culto e ha salutato: "fino alla prossima settimana"!
Essere Cristiano è più di qualcosa che si difende. E ' qualcosa che si vive e condivide con altre persone.
Missione Centro Betesda