CHI SIAMO: EDAP è un Sito/Blog il quale scopo, principalmente, è quello di raggiungere gli Italiani che vivono all'estero, per qualunque necessità essa sia, lavoro ed altro. Questo Sito è nato per dare un appoggio e un conforto morale e spirituale a tutti quelli che credono in Gesù. Visto che la necessità più grande che si è potuta verificare nel corso dei tempi, in tutta l'umanità, è stata la solitudine. Dio vi benedica a tutti quelli che entrano in questo portale Web. | Clicca qui |

sabato 29 settembre 2018

INSEGNAMENTI. Imparare dalle avversità

1 Corinzi Cap.1
30 E a lui voi dovete d’essere in Cristo Gesù, il quale ci è stato fatto da Dio sapienza, e giustizia, e santificazione, e redenzione.

A questo punto debbo condividere con voi la mia esperienza. Nel 1927 mi resi conto, a un certo momento, che nella mia vita mancava qualcosa. Il peccato mi stava sconfiggendo e avvertii che c'era qualcosa di profondamente sbagliato. Chiesi a Dio di farmi comprendere il significato dell' espressione:

Sono stato crocifisso con Cristo e, per alcuni mesi, pregai con regolarità e lessi le Scritture per ricevere luce su questo.

Divenne sempre più chiaro per me che, quando Dio parla di questo fatto, non dice da nessuna parte: Tu devi essere, ma sempre Tu sei stato. Però, davanti ai miei costanti fallimenti, questo semplicemente non sembrava possibile. Poi, una mattina, arrivai, mentre leggevo, a questo versetto: Tu sei in Cristo Gesù. Guardai di nuovo Il fatto che tu sia in Cristo è opera di Dio. Che cosa sorprendente! Allora, se Cristo morì, e questo è un fatto certo e Dio mi ha messo in lui, debbo essere morto anch'io. Sono stato crocifisso con Cristo! Non potrò mai riuscire a farvi comprendere che meravigliosa scoperta quella sia stata per me.

Giovanni Cap.12
46 Io son venuto come luce nel mondo, affinché chiunque crede in me, non rimanga nelle tenebre.

La Bibbia afferma che Dio ha posto il peso dei peccati del mondo su Gesù. Credi nel Signore Gesù Cristo e sarai libero dal tuo fardello.

Efesini Cap.4
20 Ma quant’è a voi, non è così che avete imparato a conoscer Cristo.

Imparare dalle avversità
Alexander MacLaren, un famoso predicatore di Manchester (1826-1910) scrisse: “Quello che ci infastidisce nel mondo non sono i problemi, ma la nostra opposizione ai problemi. La vera causa di tutto ciò che affligge, irrita e rode le nostre vite non è nelle cose esterne, ma sta nella resistenza della nostra volontà alla volontà di Dio espressa da cose eterne”. Risentire e resistere alla mano disciplinante di Dio vuol dire venir meno a una delle più grandi benedizioni spirituali di cui i cristiani possono gioire da questa parte del cielo.

Qualsiasi cosa accada, sia problemi, guai, avversità, irritazioni, opposizione, non abbiamo “imparato Cristo” finché non abbiamo scoperto che la grazia di Dio è sufficiente per ogni prova. Anche se Giobbe ha sofferto come pochi uomini su questa terra, non ha mai perso di vista la presenza di Dio con lui nel mezzo della sofferenza.

È emerso vittorioso dal dolore e dalla prova perché non ha mai permesso che il risentimento oscurasse il suo rapporto con Dio. L’atteggiamento che può superare il risentimento è espresso dallo scrittore agli Ebrei: “Qualunque correzione sul momento non sembra recar gioia, ma tristezza; in seguito tuttavia produce un frutto di pace e di giustizia in coloro che sono stati addestrati per mezzo di essa”(12:11).

Bibbia e Meditazioni | EDAP