CHI SIAMO: EDAP è un Sito/Blog il quale scopo, principalmente, è quello di raggiungere gli Italiani che vivono all'estero, per qualunque necessità essa sia, lavoro ed altro. Questo Sito è nato per dare un appoggio e un conforto morale e spirituale a tutti quelli che credono in Gesù. Visto che la necessità più grande che si è potuta verificare nel corso dei tempi, in tutta l'umanità, è stata la solitudine. Dio vi benedica a tutti quelli che entrano in questo portale Web. | Clicca qui |

giovedì 25 ottobre 2018

CONSOLAZIONI. Il fatto della fede, 1 Corinzi 15:1, 3, 4

Ezechiele Capitolo 36. 26 E vi darò un cuor nuovo, e metterò dentro di voi uno spirito nuovo; torrò dalla vostra carne il cuore di pietra, e vi darò un cuore di carne. 27 Metterò dentro di voi il mio spirito, e farò sì che camminerete secondo le mie leggi, e osserverete e metterete in pratica le mie prescrizioni.

È bene notare che, dopo la promessa di uno spirito nuovo, segue immediatamente l'allusione al mio spirito. La prima affermazione indica il rinnovamento dello spirito morto mediante un'entrata di vita in colui che crede; la seconda affermazione va oltre e si riferisce allo Spirito Santo di Dio dimorante che risiede dentro lo spirito rinnovato dell'uomo.
Ma le due esperienze sono una sola esperienza. I cristiani non vivono per molti anni dopo la nuova nascita in una prima fase di vita cristiana per poi svegliarsi ed entrare in una seconda fase dopo aver cercato lo Spirito Santo.

I cristiani hanno la persona completa di Dio che dimora in loro (non che li visita semplicemente) dal momento stesso in cui sono salvati.
L'apostolo ci esorta a non rattristare lo Spirito Santo. L'uso del verbo rattristare anziché adirare, rivela l'amore dello Spirito Santo. Inoltre, certamente non dice mai: Non fare in modo che se ne vada. Può essere lo Spirito che o si rattrista o si rallegra, ma dimora dentro di noi per sempre. Non c'è problema: non se ne va!

Deuteronomio Capitolo 18
10 Non si trovi in mezzo a te chi faccia passare il suo figliuolo o la sua figliuola per il fuoco, né chi eserciti la divinazione, né pronosticatore, né augure, né mago 11 né incantatore, né chi consulti gli spiriti, né chi dica la buona fortuna, né negromante ; 12 perché chiunque fa queste cose è in abominio all'Eterno; e, a motivo di queste abominazioni, l’Eterno, il tuo Dio, sta per cacciare quelle nazioni d’innanzi a te.

Dobbiamo fare attenzione ai peccati occulti. Anche quando dici di non credere a quel cartomante ma lo consulti solo per gioco, è comunque pericoloso e questo gioco si porrà tra te e il Signore.

2 Timoteo Capitolo 1
12 Ed è pure per questa cagione che soffro queste cose; ma non me ne vergogno, perché so in chi ho creduto, e son persuaso ch'egli è potente da custodire il mio deposito fino a quel giorno.

Il fatto della fede
Se siete salvati dal peccato è per la fede personale nell'Evan­gelo di Cristo come definito nella Scrittura. Anche se dapprima ciò può sembrarvi dogmatico e rigido, rimane il fatto che non c’è
nessun altro modo. La Bibbia dice: Ricordatevi “il Vangelo che vi ho annunziato, che voi avete anche ricevuto... Poiché vi ho prima di tutto trasmesso, come l’ho ricevuto anch'io, che Cristo morì per i nostri peccati, secondo le Scritture; che fu seppellito; che è stato risuscitato il terzo giorno, secondo le Scritture” (1 Corinzi 15:1, 3, 4). La Bibbia dice che siamo salvati quando la nostra fede è in questo fatto oggettivo. L’opera di Cristo è un fatto, la sua croce è un fatto, la sua tomba è un fatto, la sua risurrezione è un fatto.

È impossibile portare qualcosa in esistenza perché ci si crede. L'Evangelo non è nato perché gli uomini ci credevano. La tomba non si è svuotata del corpo di Cristo quella prima Pasqua perché qualche persona fedele ci credeva. Il fatto ha preceduto la fede. Noi siamo psicologicamente incapaci di credere senza un oggetto per la nostra fede.
Voi non siete chiamati a credere qualcosa che non è credibile, ma a credere in un fatto della storia che in realtà trascende tutta la storia. Voi siete chiamati a credere che questa opera di Cristo per i peccatori è efficace per tutti coloro che rischiano la loro anima per lui. Credere a Cristo per la vostra eterna salvezza è credere, non al parto della fantasia di qualcuno, ma ad un fatto.

Bibbia e Meditazioni | EDAP