CHI SIAMO: EDAP è un Sito/Blog il quale scopo, principalmente, è quello di raggiungere gli Italiani che vivono all'estero, per qualunque necessità essa sia, lavoro ed altro. Questo Sito è nato per dare un appoggio e un conforto morale e spirituale a tutti quelli che credono in Gesù. Visto che la necessità più grande che si è potuta verificare nel corso dei tempi, in tutta l'umanità, è stata la solitudine. Dio vi benedica a tutti quelli che entrano in questo portale Web. | Clicca qui |

domenica 28 ottobre 2018

ESORTAZIONE. Il denaro può essere pericoloso

Giacomo Cap.2
5 Ascoltate, fratelli miei diletti: Iddio non ha egli scelto quei che sono poveri secondo il mondo perché siano ricchi in fede ed eredi del Regno che ha promesso a coloro che l’amano?"
Il traguardo e il premio della povertà temporale è ricchezza eterna.
Dio non ha mai pensato che difficoltà e povertà non debbono avere uno scopo e il suo scopo è che ogni sollecitudine porti a un ampliamento e ogni povertà porti a ricchezza. Il suo destino per il suo popolo non è né continua difficoltà né continua povertà.
Difficoltà e povertà non sono un fine, sono mezzi verso un fine.

C'è molto che non comprendiamo nella rivelazione che ebbe Giovanni della Nuova Gerusalemme, ma vediamo, comunque, una città di infinita ricchezza però, in quella città, non c'è un'oncia d'oro che non sia stata provata nella fornace dell'afflizione, non c'è pietra preziosa che non sia passata attraverso il fuoco e non c'è perla che non sia nata dalla sofferenza. Per questo essere ricchi in fede è certamente giustificato.

Efesini Cap.6
10 Del rimanente, fortificatevi nel Signore e nella forza della sua possanza. 

Non dobbiamo presentarci in nessun luogo per addestrarci per entrare nell'esercito di Dio. Il nostro addestramento avviene proprio dove siamo, utilizzando ogni nostra esperienza quotidiana e i contatti con altre persone. L'addestramento sul campo è più difficoltoso dell'allenamento in palestra, ma questo produce soldati migliori.
Soldato, soldato, che combatte nella grande battaglia del mondo,
che confidi su te stesso, lottando per la tua vita.
Non confidare più in te stesso, abbi fiducia in Cristo, che è più forte! Tu puoi ogni cosa, ogni cosa, per mezzo di Cristo che ti fortifica.

1 Timoteo Cap.6
10 Poiché l’amor del danaro è radice d’ogni sorta di mali; e alcuni che vi si sono dati, si sono sviati dalla fede e si son trafitti di molti dolori.

Il denaro può essere pericoloso
La Bibbia non condanna il denaro o i beni materiali. Alcuni dei più grandi personaggi della Bibbia erano molto ricchi. Abraamo, Isacco, Salomone erano forse gli uomini più ricchi del loro tempo. Dio non ce l’ha con i beni materiali ma con gli dei materiali. Il materialismo è diventato un dio per molti di noi. È lo stato in cui i beni materiali sono elevati al posto centrale nella vita e ricevono l’attenzione che sarebbe dovuta a Dio soltanto.

La Bibbia insegna che preoccuparsi dei beni materiali è una forma di idolatria. E Dio odia gli idolatri. Avvelena ogni altra sfera della nostra vita, compresa la famiglia.
La Bibbia dichiara che “l’amore del denaro è la radice di ogni male” (1 Timoteo 6:10), non il denaro ma l’amore per il denaro. Questo passo della Scrittura trova verifica nella nostra vita nazionale oggi, e noi raccogliamo quello che abbiamo seminato per diverse generazioni. Noi stiamo soffrendo, almeno in parte, le conseguenze della nostra egoistica preoccupazione per le cose materiali, specialmente dalla seconda guerra mondiale in poi, trascurando i valori morali e spirituali.

Pensavamo che gli uomini fossero diventati savi e che Dio potesse essere messo da una parte. Ma Gesù ha raccontato la storia dell’uomo che aveva i granai pieni, e ancor più ricchezze, e disse: “Anima mia, riposati, bevi e sii felice” (Luca 12:19). Aveva lasciato Dio fuori, ma quella notte morì, forse di attacco cardiaco. E una voce fu sentita dal cielo che diceva: “Tu stolto!” (Luca 12:20).
“E che giova all'uomo se guadagna tutto il mondo e perde l’anima sua?” (Marco 8:36). C’è davanti a noi il giorno dei conti. La scritta è sul muro. Che cosa dice?

Bibbia e Meditazioni | EDAP