CHI SIAMO: EDAP è un Sito/Blog il quale scopo, principalmente, è quello di raggiungere gli Italiani che vivono all'estero, per qualunque necessità essa sia, lavoro ed altro. Questo Sito è nato per dare un appoggio e un conforto morale e spirituale a tutti quelli che credono in Gesù. Visto che la necessità più grande che si è potuta verificare nel corso dei tempi, in tutta l'umanità, è stata la solitudine. Dio vi benedica a tutti quelli che entrano in questo portale Web. | Clicca qui |

sabato 20 ottobre 2018

ESORTAZIONI. Donare, anche questo fa parte della santificazione

1 Corinzi Capitolo 16
2 Ogni primo giorno della settimana ciascun di voi metta da parte a casa quel che potrà secondo la prosperità concessagli, affinché, quando verrò, non ci sian più collette da fare.Il primo giorno della settimana di cui si parla qui, è diverso dal Sabbath dell' Antico Testamento.
Non è un giorno di assestamento e neanche un giorno in cui semplicemente c'è un riposo fisico, quel primo giorno ci dirige vero due cose che dovremmo fare con priorità su tutto il resto: una è di andare insieme al Signore per ricevere grazia da lui e l'altra è di offrire a lui i nostri doni. E un giorno nel quale gioire nel Signore.
Non è sorprendente notare che i nostri doni vanno fatti settimanalmente e non mensilmente? Molti aspettano fino alla fine del mese e alcuni possono aspettare perfino fino alla fine dell' anno per dare i loro doni a Dio, ma Paolo ci dice che dobbiamo regolare i nostri conti davanti a lui il primo giorno di ogni settimana. Notiamo anche che ognuno è libero di decidere quale sia la percentuale da donare. Diamo di più, se possiamo dare di più e di meno se abbiamo meno. Quello che importa è che si dia il proprio contributo con gioia.

Geremia Capitolo 7
23 ma questo comandai loro: "Ascoltate la mia voce, e sarò il vostro Dio, e voi sarete il mio popolo; camminate in tutte le vie ch'io vi prescrivo affinché siate felici".

La ribellione contro lo Spirito Santo crea un vuoto che il diavolo è ben contento di riempire.

1 Tessalonicesi Capitolo 5
23 Or l'Iddio della pace vi santifichi Egli stesso completamente; e l’intero essere vostro, lo spirito, l’anima ed il corpo, sia conservato irreprensibile, per la venuta del Signor nostro Gesù Cristo.

Completamente santi
 Dio si preoccupa prima di tutto di ciò che siete. Quello che fate è il risultato di ciò che siete. La qualità della vita è lo scopo e l’intento della santificazione.
“Ma voi siete una stirpe eletta, un sacerdozio regale, una gente santa, un popolo che Dio si è acquistato, perché proclamiate le virtù di colui che vi ha chiamati dalle tenebre alla sua luce meravigliosa” (1 Pietro 2:9). “Perché camminiate in modo degno del Signore per piacergli in ogni cosa, portando frutto in ogni opera buona e crescendo nella conoscenza di Dio” (Colossesi 1:10).

La legge richiede la conformità a una serie di regole, ma la legge era un’ombra di cose a venire. La Bibbia dice: “La legge dà soltanto la conoscenza del peccato” (Romani 3:20). Non c’è modo di potersi santificare da soli. La nostra santificazione è Cristo. Non c’è modo di essere santi. La nostra santità è Cristo.
Questo ha spinto Paolo a scrivere: io considero “di essere trovato in lui non con una giustizia mia, derivante dalla legge, ma con quella che si ha mediante la fede in Cristo: la giustizia che viene da Dio, basata sulla fede” (Filippesi 3:9).

Così è scritto in un inno:
Quando tornerà al suono delle trombe
Che possa, allora, essere trovato in lui;
Vestito soltanto della sua giustizia
Senza colpe da poter stare davanti al suo trono!

D.L. Moody ha detto: “Dopo la potenza di Dio, la serena bellezza di una vita santa è ciò che spinge di più al bene nel mondo”.

Bibbia e Meditazioni | EDAP