CHI SIAMO: EDAP è un Sito/Blog il quale scopo, principalmente, è quello di raggiungere gli Italiani che vivono all'estero, per qualunque necessità essa sia, lavoro ed altro. Questo Sito è nato per dare un appoggio e un conforto morale e spirituale a tutti quelli che credono in Gesù. Visto che la necessità più grande che si è potuta verificare nel corso dei tempi, in tutta l'umanità, è stata la solitudine. Dio vi benedica a tutti quelli che entrano in questo portale Web. | Clicca qui |

lunedì 15 ottobre 2018

INSEGNAMENTI. Il grande segno “più” di Dio

Ebrei Cap.11
8 Per fede Abramo, essendo chiamato, ubbidì, per andarsene in un luogo ch’egli avea da ricevere in eredità; e partì senza sapere dove andava. È da Dio, inizio e sorgente di tutte le cose, che deriva la sua nuova creazione. Potremmo proprio prendere a prestito le parole del Signore Gesù che disse:

Mio Padre opera e quindi io opero. Questa è una lezione che tutti dobbiamo imparare: non c'è nulla che possa aver origine da noi che abbia valore per Dio. Solo Dio è colui che dà inizio a ogni cosa.

Anche se questo fatto ferisce il nostro orgoglio, il giorno in cui ce ne rendiamo davvero conto è un giorno felice per noi, perché significa che abbiamo compreso che tutto ciò che riguarda i valori eterni deve venire da Dio. Abraamo non doveva iniziare qualcosa di suo. Dio prese l'iniziativa con lui e Abraamo non pensò mai che la sua meta fosse Canaan. Uscì dal suo paese senza sapere dove fosse diretto, ma il Signore lo sapeva e Abraamo rispose semplicemente alla chiamata di Dio. Benedetto l'uomo che non sa! Quando comprendiamo davvero che Dio è l'Inizio e la Fine di tutto ciò che ha importanza nella vita, possiamo rimanere nel riposo.

Matteo Cap.6
21 Perché dov'è il tuo tesoro, quivi sarà anche il tuo cuore.

Se per amore di Gesù perdi te stesso e ti abbandoni completamente a lui, non potrai prendere decisioni da te. Non saranno accettate alcune eccezioni.
Io dissi: Permettimi di camminare nei campi. Egli rispose No, cammina per i villaggi.
Io dissi: Non vi sono fiori lì.
Egli rispose: Non fiori, ma una corona.
(George Macdonald)

Colossesi Cap.1
19,Poiché in lui si compiacque il Padre di far abitare tutta la pienezza 20 e di riconciliare con sé tutte le cose per mezzo di lui, avendo fatto la pace mediante il sangue della croce d’esso; per mezzo di lui, dico, tanto le cose che sono sulla terra, quanto quelle che sono nei cieli.

Il grande segno “più” di Dio
Migliaia di persone soffrono di complessi di colpa. Quasi tutti credono che in qualche modo hanno sbagliato, come quel bambino che disse: “Credo di essere nato sbagliato”. Dio ha detto dalla croce: “Ti amo”. Voleva anche dire: “Posso perdonarti”. La parola più gloriosa ed eccitante in ogni lingua è “perdono”. Dio in Cristo aveva un fondamento per il perdono. Poiché Cristo morì, Dio può giustificare il peccatore e ancora essere giusto.

La morte di Cristo sulla croce fu più che la morte di un martire. Fu più che dare un buon esempio offrendo la sua vita per i suoi simili. Il suo è stato il sacrificio che Dio aveva deciso e ordinato essere il solo e unico sacrificio per il peccato. La Scrittura dice: “Il Signore ha fatto ricadere su di lui l’iniquità di noi tutti... Ma il Signore ha voluto stroncarlo con i patimenti” (Isaia 53:6, 10). Poiché Dio stesso ha prestabilito Cristo come sacrificio propiziatorio per le colpe umane, allora Dio non può in nessun modo rifiutare il peccatore che accetta Gesù Cristo come Salvatore. “Dio lo ha prestabilito come sacrificio propiziatorio mediante la fede nel suo sangue”(Romani 3:25).

Questo è ciò che è la santa cena, o comunione, nella chiesa. Ogni volta che mangiamo il pane ricordiamo il corpo di Cristo inchiodato alla croce per noi, e ogni volta che beviamo il vino ricordiamo il sangue versato sulla croce per i nostri peccati. Una bambina, vedendo una croce sul tavolo della santa cena chiese: “Mamma, che cosa ci fa quel segno “più” sulla tavola?” La croce è il grande segno “più” di Dio per il mondo.

Bibbia e Meditazioni | EDAP