CHI SIAMO: EDAP è un Sito/Blog il quale scopo, principalmente, è quello di raggiungere gli Italiani che vivono all'estero, per qualunque necessità essa sia, lavoro ed altro. Questo Sito è nato per dare un appoggio e un conforto morale e spirituale a tutti quelli che credono in Gesù. Visto che la necessità più grande che si è potuta verificare nel corso dei tempi, in tutta l'umanità, è stata la solitudine. Dio vi benedica a tutti quelli che entrano in questo portale Web. | Clicca qui |

martedì 6 novembre 2018

CONSOLAZIONE. La speranza del suo ritorno

Galati Cap.1
15 Ma quando Iddio, che m’aveva appartato fin dal seno di mia madre e m’ha chiamato mediante la sua grazia, si compiacque" 16 di rivelare in me il suo Figliuolo perch’io lo annunziassi fra i Gentili, io non mi consigliai con carne e sangue.
Dio aveva messo da parte Paolo prima che nascesse.
Anche la professione che aveva imparato prima della sua conversione era pianificata in anticipo. Dio opera in questo modo. Tutto quello che ti è capitato prima della conversione, e naturalmente anche dopo, ha un significato ben preciso.
Qualsiasi carattere e temperamento tu abbia, qualsiasi forza e debolezza, tutte queste cose sono già conosciute da Dio e da lui preparate in vista del servizio futuro. Non c'è alcuna casualità, perché tutto è incluso nella provvidenza di Dio. Nulla viene a caso. Essendo stati messi da parte dal momento della nascita, nessuno di noi può permettere di essere superficiale o frivolo nel suo atteggiamento verso la vita.

Ognuno di noi deve aspettarsi di scoprire ciò che Dio ha pianificato per lui e di entrare in quel piano nei tempi e nei modi voluti da Dio. Il Signore non considera senza valore i giorni in cui ancora non eravamo convertiti, non vuole che rinneghiamo gli elementi umani che sono parte di noi per presentare un aspetto falso perché irreale. Vuole usare le persone per come sono e intende usarci al suo servizio nella nostra vera natura purificata dalla croce, non in una natura che finge di essere ciò che non è.

Luca Cap.19
13 E chiamati a sé dieci suoi servitori, diede loro dieci mine, e disse loro: Trafficate finch'io venga.

Ti rendi conto che stiamo vivendo gli ultimi giorni e che questi saranno anche i primi di un meraviglioso futuro? Che cosa stai facendo per guadagnare altre anime? Che cosa stai facendo per preparare la gente al ritorno di Gesù? Portare il Vangelo nel mondo è uno dei compiti fondamentali della vita di un cristiano.

Tito Cap.2
13 aspettando la beata speranza e l’apparizione della gloria del nostro grande Iddio e Salvatore, Cristo Gesù ;

La speranza del suo ritorno
Il promesso ritorno del Signore è stata la grande speranza dei veri credenti di tutti i tempi. Emil Brunner una volta disse: “Che ossigeno è per i polmoni, che speranza per il significato della vita”. Alcuni anni fa in un dibattito via satellite, Lord Montgomery chiese al generale Eisenhower: “C’è nessuna speranza?” Eisenhower sug­gerì una via d’uscita, “che se gli uomini non prendono,” egli disse, “porterà all’Harmaghedon”. La canzone americana favorita di Winston Churchill era: “L’inno di battaglia della repubblica,” che comincia con questa frase commovente: “I miei occhi hanno visto la gloria del Signore che ritorna”.

I grandi credi della chiesa insegnano che Cristo ritornerà. Il credo di Nicene recita che “Egli tornerà in gloria per giudicare i vivi e i morti”. Charles Wesley ha scritto 7.000 inni, e in 5.000 fa riferimento al ritorno di Cristo. Quando la regina Elisabetta II fu incoronata dall’Arcivescovo di Canterbury, egli le posò la corona sul capo pronunciando le seguenti parole: “lo ti do questa corona, o sovrana regina, da portare finché ritorni colui che ha il diritto di portarla”. Uno dei più grandi giornalisti d’America lo ha sintetizzato bene quando ha scritto: “Per tutti noi, il mondo è pericoloso e nel caos; non governato e apparentemente non governabile”. La domanda è: Chi restaurerà l’ordine? Chi può contenere il pericolo di un olocausto nucleare? Chi solo può governare il mondo? L’unica risposta è: Gesù Cristo!

Bibbia e Meditazioni | EDAP