CHI SIAMO: EDAP è un Sito/Blog il quale scopo, principalmente, è quello di raggiungere gli Italiani che vivono all'estero, per qualunque necessità essa sia, lavoro ed altro. Questo Sito è nato per dare un appoggio e un conforto morale e spirituale a tutti quelli che credono in Gesù. Visto che la necessità più grande che si è potuta verificare nel corso dei tempi, in tutta l'umanità, è stata la solitudine. Dio vi benedica a tutti quelli che entrano in questo portale Web. | Clicca qui |

giovedì 8 novembre 2018

INSEGNAMENTI. Consapevoli degli angeli

Giovanni Cap.14
13 e quel che chiederete nel mio nome, lo farò; affinché il Padre sia glorificato nel Figliuolo. In Giovanni capitolo 14, 15 e 16, vediamo che il Signore usa costantemente la frase nel mio nome. Non solo questo ci fa vedere che egli riceverà dal Padre un nome che è al di sopra di ogni altro nome, ma ci dice, anche, che il suo nome è qualcosa che i suoi discepoli possono usare. Il nome di Gesù è ciò che Gesù ha ricevuto da Dio:
nel nome di Gesù è ciò che condividono i figli di Dio, egli ci ha dato qualcosa che ha un grandissimo valore;
riconosciamo questo come il più grande lascito che potesse affidarci?

A volte diciamo a un amico Va e dì a questo o a quello di fare questa o quest' altra cosa e poi aggiungiamo Se trova scuse, digli che te l'ho detto io. Questo è coinvolto nell'espressione nel nome di; significa usare il nome con il potere che c'è dietro. Date il vostro nome e la sua autorità a una certa persona e poi siete responsabili di qualsiasi cosa la persona faccia usando il vostro nome. Il nome del Signore Gesù è unico, un nome al di sopra di ogni altro nome; però Gesù desidera affidarci il suo nome e si assume la responsabilità per l'uso che ne facciamo. Apprezziamo veramente l'onore che ci fa?

Giovanni Cap.15
5 Io son la vite, voi siete i tralci. Colui che dimora in me e nel quale io dimoro, porta molto frutto; perché senza di me non potete far nulla.

Prepararsi al ritorno di Gesù è possibile! Colui che arrende sé stesso è forte ed energico poiché rappresenta il ramo connesso con la vite che dona la vita.

Ebrei Cap.1
14 Non sono eglino tutti spiriti ministratori, mandati a servire a pro di quelli che hanno da eredare la salvezza?" 

Consapevoli degli angeli
Gli angeli sono messaggeri di Dio, servono gli uomini e li aiutano in spirito (Ebrei 1:14). Per quello che so, nessun passo nella Scrittura dice che lo Spirito Santo si è mai manifestato in forma umana agli uomini. Gesù lo ha fatto nell'incarnazione. Lo Spirito Santo glorioso può essere dappertutto allo stesso tempo, ma nessun angelo può essere in più di un luogo allo stesso tempo. Noi conosciamo lo Spirito Santo come spirito, non carne, ma conosciamo gli angeli non soltanto come spiriti ma a volte in forma visibile.

Allo stesso tempo, sia gli angeli sia lo Spirito Santo sono all'opera in questo mondo per portare a compimento la volontà perfetta di Dio. Francamente, possiamo non sempre sapere quale agente o mezzo Dio stia usando: lo Spirito Santo o gli angeli, quando vediamo che la mano di Dio è all'opera. Possiamo essere sicuri, però, che non c’è contraddizione o competizione tra lo Spirito Santo e il comando di Dio delle schiere angeliche. Dio stesso è in controllo del compimento della sua volontà, e di questo possiamo gioire!

Dio usa gli angeli per operare sui destini degli uomini e delle nazioni. Egli ha alterato il corso di impegnative arene politiche e sociali della nostra società e diretto molte volte i destini di uomini mediante l’opera di angeli. Dobbiamo essere consapevoli che gli angeli stanno in stretto e vitale contatto con tutto ciò che avviene sulla terra. La loro conoscenza dei problemi terreni eccede quella degli uomini. Dobbiamo attestare la loro invisibile presenza e opera incessante. Crediamo che essi sono qui in mezzo a noi! Forse non ridono o piangono con noi, ma noi sappiamo che gioiscono con noi per ogni vittoria nella nostra vita.

Bibbia e Meditazioni | EDAP