CHI SIAMO: EDAP è un Sito/Blog il quale scopo, principalmente, è quello di raggiungere gli Italiani che vivono all'estero, per qualunque necessità essa sia, lavoro ed altro. Questo Sito è nato per dare un appoggio e un conforto morale e spirituale a tutti quelli che credono in Gesù. Visto che la necessità più grande che si è potuta verificare nel corso dei tempi, in tutta l'umanità, è stata la solitudine. Dio vi benedica a tutti quelli che entrano in questo portale Web. | Clicca qui |

martedì 20 novembre 2018

INSEGNAMENTI. Angeli ignari

Giovanni Cap.17
14 Io ho dato loro la tua parola; e il mondo li ha odiati, perché non sono del mondo, come io non sono del mondo.
Secondo il piano immutabile su cui è fondata la scelta di Dio di averci come suoi figli, noi siamo già tolti dal mondo, ma la vita nuova che è stata messa dentro di noi ci fa comprendere una cosa straordinaria: non siamo parte del mondo perché la nuova nascita viene dall'alto e, come popolo di Dio,
il cielo non è solo la nostra destinazione finale, ma il luogo da cui abbiamo avuto origine.
Questa è una cosa davvero stupefacente: in noi c'è un elemento che appartiene a un altro mondo, perciò è sovrumano il fatto che il mondo possa andare avanti in un modo o nell'altro, ma quell'elemento che è in noi non diventerà mai come il mondo. La vita che abbiamo come dono di Dio non ha rapporto con il mondo, ma ha un rapporto stretto con il cielo.Anche se ogni giorno dobbiamo avere a che fare con il mondo, non succederà che dimoriamo in esso e che ci sentiamo a nostro agio lì. Non appena il mondo intravede in noi ciò che fa parte della natura divina, mostra subito ostilità. Questo non deve provocare stupore, perché il mondo può evolversi senza limiti, ma non sarà mai in grado di produrre un cristiano.

Matteo Cap.23
19 Ciechi, poiché qual è maggiore: l’offerta, o l’altare che santifica l’offerta?" 

II Signore può fare molto di più con tre quarti di dollaro benedetti che non con trecento dollari non benedetti.

Ebrei Cap.13
2 perché, praticandola, alcuni, senza saperlo, hanno albergato degli angeli.

Angeli ignari
L’episodio successe nel 1942, dopo che i giapponesi avevano guadagnato il controllo di certe aree della Cina. Una mattina intorno alle nove, un camion giapponese si fermò fuori della libreria. C’erano sopra cinque marinai ed era mezzo pieno di libri. Il commesso cinese cristiano, che era da solo in negozio, capì con sgomento che erano venuti a sequestrare i libri. Timido per natura, pensò che questo andava oltre ciò che poteva tollerare.
Saltando fuori dal camion, i marines si avviarono alla porta del negozio; ma prima che potessero entrare, un gentiluomo cinese molto ben vestito entrò nel negozio precedendoli. Sebbene il commesso conoscesse praticamente tutti i clienti cinesi che venivano da lui, quest’uomo era un completo sconosciuto. Per qualche ragione sconosciuta i soldati sembravano incapaci di seguirlo, e parlottavano, guardando dentro attraverso le quattro vetrine, ma senza entrare. Rimasero lì per un paio d’ore, fino dopo le undici, ma senza mettere piede dentro. Lo straniero chiese che cosa volevano quei soldati e il commesso cinese gli spiegò che i giapponesi stavano sequestrando pile di libri dalle librerie delia città e adesso era arrivato il turno del suo negozio. I due pregarono insieme, lo straniero lo incoraggiava e così le due ore passarono. Alla fine, i soldati rimontarono sul camion e se ne andarono. Anche lo straniero se ne andò, senza fare un singolo acquisto o nemmeno chiedere un qualche libro.
Più tardi il padrone del negozio, signor Christopher Willis (il cui nome cinese era Lee), ritornò. Il commesso gli disse: “Signor Lee, credete negli angeli?” “Sì,” rispose il signor Willis.
“Anch'io, signor Lee,” disse il commesso. Poteva lo straniero essere stato uno degli angeli protettori di Dio? Il dr. Bell, mio suocero, ha sempre pensato di sì.

Bibbia e Meditazioni | EDAP