CHI SIAMO: EDAP è un Sito/Blog il quale scopo, principalmente, è quello di raggiungere gli Italiani che vivono all'estero, per qualunque necessità essa sia, lavoro ed altro. Questo Sito è nato per dare un appoggio e un conforto morale e spirituale a tutti quelli che credono in Gesù. Visto che la necessità più grande che si è potuta verificare nel corso dei tempi, in tutta l'umanità, è stata la solitudine. Dio vi benedica a tutti quelli che entrano in questo portale Web. | Clicca qui |

martedì 13 novembre 2018

INSEGNAMENTO. La fede è un fatto

1 Giovanni Cap.3
5,E voi sapete ch'egli è stato manifestato per togliere i peccati; e in lui non c’è peccato.
Alcuni di noi si sentono obbligati a fare cose che non vogliono fare e a vivere una vita che, in realtà, non riescono a vivere e pensano di potersi definire cristiani se fanno questo sforzo. Questo atteggiamento è molto lontano da ciò che Dio ci offre in Cristo. La vita cristiana viene vissuta se riceve dentro di sé la vita di Cristo come un dono per poter vivere mediante quella vita.
E nella natura della vita di Cristo di non amare il mondo e di esserne separati e di dare valore invece, alla preghiera, alla Parola e alla comunione con Dio.

Queste non sono cose che si fanno naturalmente; per natura debbo fare uno sforzo per fede. Ma Dio mi ha dato un' altra natura e vuole che io tragga beneficio da quanto mi ha dato. Dio ci mette davanti un modello di riferimento, ma Cristo ci fa vedere tutte le ricchezze che sono nel magazzino. Forza, vita, grazia da Dio, tutte queste cose sono nostre da ricevere, in modo che possiamo essere all'altezza del modello di riferimento divino.

Giovanni Cap.19
30 E quando Gesù ebbe preso l’aceto, disse: E’ compiuto! E chinato il capo, rese lo spirito.

Tutti noi abbiamo peccato e siamo privi della gloria di Dio. Nessuno può definirsi buono. La base della fiducia è nel lavoro completato da Gesù; non in ciò che io ho fatto, ma in ciò che lui ha compiuto.

Ebrei Cap.10
22 accostiamoci di vero cuore, con piena certezza di fede, avendo i cuori aspersi di quell'aspersione che li purifica dalla mala coscienza, e il corpo lavato d’acqua pura.

La fede è un fatto
Non considerate le sensazioni. Voi non siete salvati dalle sensazioni e potete o no sentire lo Spirito. Accettatelo per fede come un fatto. Egli vive in voi proprio adesso per aiutarvi a vivere una vita cristiana. Egli vive in voi per magnificare, glorificare ed esaltare Cristo in voi in modo che possiate vivere una vita felice, vittoriosa e raggiante in onore di Cristo.
La Bibbia comanda: “Siate pieni di Spirito” (Efesini 5:18). Se siete pieni di Spirito, produrrete i frutti dello Spirito che sono: “amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mansuetudine, autocontrollo” (Galati 5:22). Essere pieni di Spirito non è un optional. È un comando che deve essere ubbidito, un dovere che deve essere compiuto.

Come potete sapere che siete pieni di Spirito? E come potete esserlo? E un’esperienza emotiva che dobbiamo passare? Non necessariamente. Quando date tutto quello che conoscete di voi a tutto quello che conoscete di Cristo, allora potete accettare per fede che siete pieni dello Spirito di Dio. Questo significa che lui può avere tutto di voi. Impegno vuol dire arresa totale, assoluta, incondizionata, irreversibile. “Vi esorto dunque, fratelli, per la misericordia di Dio, a presentare i vostri corpi in sacrificio vivente, santo, gradito a Dio; questo è il vostro culto spirituale (Romani 12:1).

È soltanto il credente consacrato e pieno di. Spirito che può avere la vittoria sul mondo, la carne, e il diavolo. È lo Spirito Santo che combatterà per voi. “Il nostro combattimento infatti non è contro sangue e carne ma contro i principati, contro le potenze, contro i dominatori di questo mondo di tenebre, contro le forze spirituali della malvagità” (Efesini 6:12). Questa è una battaglia spirituale. Non potete lottare contro questi tre nemici con armi normali. Soltanto se diveniamo dei canali tramite cui lo Spirito Santo combatte possiamo raggiungere la vittoria completa. Non trattenete niente da Dio. Lasciate che sia il Signore e Padrone completo della vostra vita. Egli ha detto: “Voi mi chiamate Maestro e Signore; e dite bene, perché lo sono” (Giovanni 13:13).

Bibbia e Meditazioni | EDAP