CHI SIAMO: EDAP è un Sito/Blog il quale scopo, principalmente, è quello di raggiungere gli Italiani che vivono all'estero, per qualunque necessità essa sia, lavoro ed altro. Questo Sito è nato per dare un appoggio e un conforto morale e spirituale a tutti quelli che credono in Gesù. Visto che la necessità più grande che si è potuta verificare nel corso dei tempi, in tutta l'umanità, è stata la solitudine. Dio vi benedica a tutti quelli che entrano in questo portale Web. | Clicca qui |

lunedì 26 novembre 2018

ESORTAZIONE. Pazienza e perfezione

1 Giovanni Cap.5
5 Chi è colui che vince il mondo, se non colui che crede che Gesù è il Figliuol di Dio?"
Scoprirete che il progresso spirituale nella nostra vita davanti a Dio è sempre preceduto da insoddisfazione per la nostra condizione attuale. Ogni progresso parte dalla insoddisfazione, bisogna essere pressati al punto da rendersi conto che si è arrivati alla fine e che si deve trovare un modo per uscire da quella situazione.
Cristo è la via per uscire; Cristo in noi risponde, per noi, a ogni genere di richiesta esterna.

Quando la mia tentazione è l'orgoglio, Cristo sarà la mia umiltà, se solo gli permetto di liberarsi dentro di me in quel momento di bisogno. Quando si leva la collera, Cristo si manifesterà come pazienza. Ogni necessità della vita di ogni giorno ha risposta nel gran numero di virtù che sprigionano da questa vera vita e sono queste scoperte fresche di Cristo nella mia ora di bisogno che seguono il mio progresso spirituale davanti a Dio.

2 Corinzi Cap.10
3 Perché sebbene camminiamo nella carne, non combattiamo secondo la carne ; 4 infatti le armi della nostra guerra non sono carnali, ma potenti nel cospetto di Dio a distruggere le fortezze ;

Come è la situazione del nemico? La strategia di un nemico già sconfitto è diversa.
Quando il popolo di Dio avanza, il nemico crolla. La chiesa è un ariete che colpisce i cancelli dell'inferno. La Parola di Dio è la nostra arma.

Giacomo Cap.1
3,sapendo che la prova della vostra fede produce costanza. 4 E la costanza compia appieno l’opera sua in voi, onde siate perfetti e completi, di nulla mancanti.

Pazienza e perfezione
Corrispondendo con cristiani che soffrivano per la loro fede, Giacomo scrisse: “Siate dunque pazienti, fratelli, fino alla venuta del Signore. Osservate come l’agricoltore aspetta il frutto prezioso della terra pazientando, finché esso abbia ricevuto la pioggia della prima e dell’ultima stagione. Siate pazienti anche voi; fortificate i vostri cuori, perché la venuta del Signore è vicina” (Giacomo 5:7-8).

La pazienza non è semplicemente “stringere i denti”, compiacente sopportazione di una situazione particolare. È un atteggiamento di attesa. Il contadino era capace di guardare al suo terreno apparentemente sterile con pazienza perché sapeva che ci sarebbero stati dei risultati alle sue fatiche. Riusciva ad avere pazienza nel suo lavoro perché ci sarebbero stati dei frutti. Lo stesso è per il reame spirituale. Dio può produrre qualità di valore nelle nostre vite mediante il male e la sofferenza che sperimentiamo. Possiamo soffrire pazientemente, perché la nostra sofferenza produrrà un raccolto spirituale.

E possiamo soffrire pazientemente durante la nostra vita, perché sappiamo che nel tempo perfetto di Dio suo Figlio ritornerà come la più grande ricompensa per il credente che ha aspettato e operato.
“Chi è lento all'ira vale più del prode guerriero; chi ha autocontrollo vale più di chi espugna città” (Proverbi 16:32).

Bibbia e Meditazioni | EDAP