CHI SIAMO: EDAP è un Sito/Blog il quale scopo, principalmente, è quello di raggiungere gli Italiani che vivono all'estero, per qualunque necessità essa sia, lavoro ed altro. Questo Sito è nato per dare un appoggio e un conforto morale e spirituale a tutti quelli che credono in Gesù. Visto che la necessità più grande che si è potuta verificare nel corso dei tempi, in tutta l'umanità, è stata la solitudine. Dio vi benedica a tutti quelli che entrano in questo portale Web. | Clicca qui |

venerdì 2 novembre 2018

STUDI BIBLICI. Dalla parte giusta in un mondo sottosopra

Atti Cap.9
3 E mentre era in cammino, avvenne che, avvicinandosi a Damasco, di subito una luce dal cielo gli sfolgorò d’intorno.
La vera luce che viene dal cielo è più della conoscenza, è la scoperta di Dio stesso. Chi vede lui vede la luce e se davvero vediamo la luce cadremo a terra. L'insegnamento non ha questo effetto. Possiamo ascoltare tanti sermoni istruttivi e anche memorizzarne il contenuto rimanendo, però, gli stessi.
Però, non accade mai che si rimanga gli stessi, se arriva da Dio la vera luce.
Quando spunta quella luce, essa acceca gli occhi verso tutto il mondo perché possono aprirsi su un altro mondo. Certamente ci permette di vedere, ma prima ci acceca e ci prostra. Quando Paolo vide la luce, fu sbattuto al suolo e per tre giorni non riuscì a vedere nulla. La luce è radicale e può fare a un uomo quello che lui non potrebbe mai fare. Come Paolo, che pensava seriamente di doversi opporre a Gesù, anche noi possiamo essere rigidi e inflessibili, resistenti a ogni persuasione; ma quando quella luce brilla diventiamo teneri, deboli, spezzati. La luce deve umiliarci prima di renderei capaci di vedere.

1 Samuele Cap.15
22 E Samuele disse: "L’Eterno ha egli a grado gli olocausti e i sacrifizi come che si ubbidisca alla sua voce? Ecco, l’ubbidienza val meglio che il sacrifizio, e dare ascolto val meglio che il grasso dei montoni ; 

Gesù era ubbidiente nei confronti del Padre. Leggiamo la sua storia. A dodici anni ubbidiva ai suoi genitori terreni, ma allo stesso tempo sapeva che doveva essere impegnato con le cose del Padre Celeste. Quando Giovanni Battista tentò di fermarlo dall'essere battezzato, egli disse che voleva ricevere il battesimo come segno di ubbidienza. Che momento glorioso quando lo Spirito Santo venne su di lui e il Padre gli parlò dal cielo dicendo: Questo è il mio diletto Figlio, nel quale mi sono compiaciuto (Matteo 3:17).

2 Timoteo Cap.3
12,E d'altronde tutti quelli che voglion vivere pienamente in Cristo Gesù saranno perseguitati;

Dalla parte giusta in un mondo sottosopra
Esiste una legge spirituale che è immutabile come la legge di gravità. Dobbiamo mettercelo bene in mente: Viviamo in un mondo sottosopra. Le persone odiano quando dovrebbero amare; litigano quando dovrebbero essere amiche; combattono quando dovrebbero essere in pace; feriscono quando dovrebbero guarire; rubano quando dovrebbero condividere; fanno il male quando dovrebbero fare il bene.
Una volta ho visto un clown giocattolo che aveva un peso nella sua testa. Non importa come lo mettevi, trovava sempre la posizione giusta. Potevi metterlo su un lato o sull'altro, oppure anche in piedi, ma quando lo lasciavi andare si girava e si metteva sulla testa.
Nel nostro stato degenerato noi siamo come quel giocattolo! Indipendentemente dalla nostra situazione, ci giriamo sempre alla rovescia. Dalla giovinezza alla maturità siamo sempre pronti a fare quello che non dovremmo e a trattenerci dal fare quello che dovremmo fare. Questa è la nostra natura. Abbiamo troppo peso nella nostra testa e non abbastanza zavorra nei nostri cuori, e quindi ci ritroviamo alla rovescia quando rimaniamo soli.
Ecco perché i discepoli sembravano essere fuori posto nel mondo. Per un uomo che sta alla rovescia, uno che sta alla diritta sembra sottosopra. Per il non credente, il vero cristiano è una stranezza e un’anormalità. La bontà di un credente è un rimprovero per la malvagità di un altro, il suo essere dalla parte giusta è una presa di coscienza sulla posizione rovesciata del mondo. Perciò il conflitto diventa naturale. E la persecuzione inevitabile.

Bibbia e Meditazioni | EDAP