CHI SIAMO: EDAP è un Sito/Blog il quale scopo, principalmente, è quello di raggiungere gli Italiani che vivono all'estero, per qualunque necessità essa sia, lavoro ed altro. Questo Sito è nato per dare un appoggio e un conforto morale e spirituale a tutti quelli che credono in Gesù. Visto che la necessità più grande che si è potuta verificare nel corso dei tempi, in tutta l'umanità, è stata la solitudine. Dio vi benedica a tutti quelli che entrano in questo portale Web. | Clicca qui |

lunedì 3 dicembre 2018

INSEGNAMENTI. Redenti dal sangue

Matteo Cap.6
21 Perché dov'è il tuo tesoro, quivi sarà anche il tuo cuore.
Una volta, un fratello mi disse: Il mio tesoro è sulla terra, ma il mio cuore è in cielo. Un tale fratello dovrebbe essere esibito in un museo cristiano come una rarità! Questa cosa è più di un miracolo, perché il Signore disse che è assolutamente impossibile. Mammona (le ricchezze) è un idolo che possiamo aver servito negli anni passati, scoprendo che il servizio a quell'idolo lega il nostro cuore.
La Parola di Dio è semplice e chiara; il cuore segue sempre il tesoro. Non si sfugge a questa realtà, uno può dire ciò che vuole, ma l'uomo non può servire Dio e Mammona. Dobbiamo scegliere: l'uno o l'altra.

Matteo Cap.28
18 E Gesù, accostatosi, parlò loro, dicendo: Ogni potestà m’è stata data in cielo e sulla terra. 19 Andate dunque, ammaestrate tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figliuolo e dello Spirito Santo.

Se Dio ti ha chiamato, non perdere tempo a guardarti intorno per vedere chi ti sta seguendo. A volte penso che alcuni giovani uomini che hanno sentito la sfida di arrendere le loro vite e di andare in missione diano a Dio questa risposta: Signore, prendi la mia vita, ma manda mia sorella.

1 Pietro Cap.1
18 sapendo che non con cose corruttibili, con argento o con oro, siete stati riscattati dal vano modo di vivere tramandatovi dai padri 19 ma col prezioso sangue di Cristo, come d’agnello senza difetto né macchia.

Redenti dal sangue
La parola redimere significa “ricomprare”, ricuperare pagando un prezzo. Non soltanto il primo uomo, ma ogni persona da allora è caduta alla grande nella trappola del peccato di satana. L’uomo è dovuto essere ricuperato, liberato e ricomprato.
La parola redento può essere illustrata dalla posizione di uno schiavo che è stato catturato o costretto a servire qualcuno che non era il suo padrone legale; ma il suo padrone legale, cercando di recuperare l’amore e il servizio dello schiavo, lo ricompra ad un grande costo personale. Questo è ciò che ha fatto Dio per noi.
Catturata da satana e costretta al suo servizio, l’umanità nella sua disubbidienza e infedeltà non ha sgomentato Dio né diminuito il suo amore per noi. Invece, sulla croce, egli ha pagato il prezzo per la nostra liberazione, un prezzo impensabilmente più grande del nostro vero valore. Non lo ha fatto con cose corruttibili in argento o oro, ma con il sangue prezioso di Cristo.
Una madre amorevole una volta ha salvato la sua figlioletta dalla casa che stava bruciando, venendo ustionata essa stessa sulle mani e sulle braccia. Quando la ragazzina crebbe, non sapendo come le braccia della madre erano diventate così orribili per le cicatrici, se ne vergognava, e insisteva sempre che la madre indossasse dei lunghi guanti per coprire quelle deturpazioni.
Ma un giorno la figlia chiese alla madre come mai le sue mani erano così. Per la prima volta la madre le raccontò tutta la storia e di come le sue mani le avevano salvato la vita. La figlia scoppiò in lacrime e disse: “Oh, mamma, queste sono mani bellissime, le più belle del mondo. Non nasconderle mai più”.
Il sangue di Cristo può sembrare un concetto sinistro e repulsivo a coloro che non comprendono il suo vero significato, ma per coloro che hanno accettato la sua redenzione e sono stati liberati dalla schiavitù del peccato, il sangue di Cristo è prezioso. Lo schiavo liberato non dimentica mai l’enorme costo della sua libertà.

Bibbia e Meditazioni | EDAP