CHI SIAMO: EDAP è un Sito/Blog il quale scopo, principalmente, è quello di raggiungere gli Italiani che vivono all'estero, per qualunque necessità essa sia, lavoro ed altro. Questo Sito è nato per dare un appoggio e un conforto morale e spirituale a tutti quelli che credono in Gesù. Visto che la necessità più grande che si è potuta verificare nel corso dei tempi, in tutta l'umanità, è stata la solitudine. Dio vi benedica a tutti quelli che entrano in questo portale Web. | Clicca qui |

lunedì 14 ottobre 2019

NOTIZIE. Olanda Paese la dove si dichiara essere di matrice cristiana cosa nasconde dietro?

Amsterdam – L’Olanda, come la Svizzera, è un Paese Assen, Amsterdam – L’Olanda, come la Svizzera, è un Paese che segue molto poco le leggi della morale tradizionale cristiana e – spesso e volentieri – anche le poche, pochissime, leggi dell’Unione europea laiche e “favorevoli” all’uomo ed alla dignità della persona.
Almeno le rare rimaste, in un’Europa resa ombra di sé stessa e del suo glorioso passato, da una élite di seguaci del nuovo credo “illuminato”.
D’altra parte – come noto – il multiculturalismo è stato da sempre il tratto caratterizzante della società olandese. Ne sono esempio le leggi piuttosto aleatorie inerenti alla vendita delledroghe leggere, quelle relative alla tratta delle donne; la questione dei diamanti insanguinati, ed ora finanche laclamorosa apertura alla pedofilia! Questo, sempre in nome di un presunto progresso.

Il Club della Follia 

L’associazione finita nell’occhio del ciclone mediatico (si fa per dire) è la Vereniging Martijn, ente no-profit nato nel 1982. La mente dell’organizzazione è il presidente della stessa, Marthijn Uittenbogaard, un uomo dal “curriculum di tutto rispetto”. Sentite un pò: nel 2006 fondò un gruppo dal nome molto nobile e gradevole all’orecchio, il Partito dell’amore fraterno, della libertà, della diversità. L’unico problema era ed è il fine perseguito: esso propone infatti – udite, udite – l’abbassamento dell’età da 16 a 12 anni per gli atti sessuali con minori, per il voto, per il gioco d’azzardo e per le droghe leggere. Non si candidò alle elezioni per mancanza di firme… fortunatamente! Nel 2007 il sito dell’associazione fu al centro di molte critiche poiché furono pubblicate delle innocenti foto della figlia di 4 anni del principe Willem-Alexander. Martijn fu accusato, ricevette un’ingiunzione e fu costretto a pagare le spese processuali ed una multa. Nel 2011 invece il tesoriere Ad Van De Berg fu condannato a tre anni di reclusione: in seguito alla perquisizione della sua casa fu scoperta un’enorme quantità di materiale pedopornografico. Sapete com’è… questo agli occhi della “famiglia sociale” doveva forse rientrare in un concetto esteso di amore fraterno. Mah!

Un verdetto aberrante

Nel 2012 il tribunale civile di Assen ingiunse lo scioglimento del gruppo poiché le proposte per legalizzare i contatti sessuali tra adulti e bambini erano contrarie alle norme olandesi. Il 2 aprile scorso la Corte d’Appello di Leeuwarden ha tuttavia affermato clamorosamente, con grande fantasia, il contrario: cioè che “i testi e le foto presenti sul sito web della fondazione non remavano assolutamente contro le leggi olandesi. Il fatto che alcuni dei membri fossero stati condannati per reati sessuali – inoltre – non andava connesso al lavoro della fondazione stessa“. Alla fine – morale della favola – i giudici hanno sentenziato il fatto che gli scopi dell’associazione sono contrari all’ordine pubblico ma che comunque non ci sono minacce di destabilizzazione sociale”. Quanto a noi, ora non ci resta che attendere – sia pur con gran sconcerto – il giudizio di terzo grado, sperando che il verdetto sia completamente diverso per il bene dei bambini olandesi e non.

Fonte: avventismoprofetico.it | Copiato da: EDAP: Evangelo Dottrina Avvento Profetico