CHI SIAMO: EDAP è un Sito/Blog il quale scopo, principalmente, è quello di raggiungere gli Italiani che vivono all'estero, per qualunque necessità essa sia, lavoro ed altro. Questo Sito è nato per dare un appoggio e un conforto morale e spirituale a tutti quelli che credono in Gesù. Visto che la necessità più grande che si è potuta verificare nel corso dei tempi, in tutta l'umanità, è stata la solitudine. Dio vi benedica a tutti quelli che entrano in questo portale Web. | Clicca qui |

giovedì 10 aprile 2008

Io ero perduto ma il Signore mi ha ritrovato

TESTIMONIANZA DI DAVID CIANO nato a Napoli il 21/04/1957 
Io ero perduto ma il Signore mi ha ritrovato 

Fin da bambino avevo una stima per le cose del Signore, ma ciò che mi teneva in dubbio, quando frequentavo la chiesa cattolica. Vedendo le tante raffigurazioni rappresentate in essa e per certo tutto questo confondeva un po le mie idee facendomi dubitare non sull'esistenza di Dio ma sulla realtà di essa "come religione professante della verità".

Così fino all'età di 20 anni conducevo una vita di sani principi, ma tutto questo non resse, poiché essendo un ragazzo che dovevo provare di tutto fui anche coinvolto nella così detta vita dissoluta tra tutte le cose che intraprendevo a fare come artista, ristoratore, artigiano eccetera, e alternando quella vita sempre con il mio lavoro di ristoratore che usavo quando ero fuori Città o Nazione “perché ritenevo il lavoro cosa nobile” come tuttora.
E in quel caso quando smarrii la via ero all'estero in Olanda in data 1975 e stetti lì per circa 12 anni.
E così presi uno scivolone e caddi nel profondo baratro di una vita non al quanto corretta, facendo tutto ciò che è illecito davanti a Dio e davanti agli uomini.

E poiché avendo solo la conoscenza di un titolo di un libro cioè: (la sacra bibbia o vangelo), questo non mi dava la forza di poter tenere fronte alle inconvenienze che si presentavano innanzi alla mia inesperta e giovane vita.
Così dopo brevi anni sentii il bisogno di mettermi alla ricerca di un Dio lontano bensì Egli fosse lontano dal mio cuore ma molto vicino a me. Così con l'aiuto di mio padre Pancrazio Ciano, che mi istruiva attraverso molteplici telefonate per darmi la forza di affrontare le conseguenze che quella vita mi aveva procurato, fino a che non rientrai in Italia e da lì incominciai a frequentare una chiesa evangelica e riunioni su case di fratelli insieme al pastore Beniamino Melluso. Ricordo che era nel'82 quando Napoli fu colpito da un terremoto della 7° scala Mercalli, e per tale motivo fu un tempo buono per l'evangelizzazione nella Regione Campania.

E dopo qualche mese ritornai in Olanda e rimasi per un'altro anno oltre gli 11 che avevo già trascorso prima, e così feci le mie prime esperienze di missionario con l'evangelizzare tra i miei connazionali che per loro fu uno stupore la mia conversione, e pertanto anche per loro il vangelo era del tutto nuovo per la maniera in cui io l'ho presentavo, perché pur essendo essi da tanti anni all'estero erano rimasti come di consueto, giustamente, per un Italiano è lecito fare, cioè rimanere fedeli alla fede cattolica.

NB/vorrei concludere che non ho nulla contro la chiesa Cattolica perché io stesso lo sono stato e ho anche un bel ricordo del prete Don Mimi Gallucci poiché abitavo nella Via Danimarca dove sita la chiesa e che quando gli chiesi se potevo provare con il noto cantante degli Showman Mario Musella “poiché a quel tempo facevo parte della sua ultima Band come chitarrista” senza esitare mi diede all'istante le chiavi del cinema che si trovava sotto la chiesa.

Perciò per tale motivo ci tengo a dire che a giudicare tutte le religioni e tutti gli uomini sarà Dio, e che l'importante è convertirsi al vangelo della grazia e per fare questo bisogna per prima cosa uscire da quelle confessione che non permettono di avere una giusta istruzione delle cose di Dio a causa delle molte introduzioni di cose che non fanno parte di ciò che la bibbia attesta e che come cristiani, anche di diverse confessioni, dovremmo saperlo e accettarlo. Per motivi di lavoro da quando avevo solo 13 anni fino all'età di 33 fui costretto ad emigrare

A 26 conobbi il Signore e così mi fermai e senti nel cuore di dare vita a quest'opera, quella di fare qualcosa per i miei connazionali sparsi per il mondo.

E da 10 anni or sono, che decise di mettersi al computer comprando un vecchio PC, poiché dopo essermi recato a trovare gli Italiani miei amici a Rotterdam Olanda "luogo anche di conversione e che avevo pure dato loro la testimonianza" dell'evangelo e del mio cambiamento di vita" stando alle prime armi relativa alla conoscenza di Gesù, ma sapendo solo e non altro, che Gesù era l'unico Salvatore per l'umanità.

Quindi non mi limitai a stare lì nell'ultimo anno inoperoso ma cercavo in tutti i modi di far capire che Gesù era il Cristo anche se a me stesso questo costò umiliazione, poiché ero uscito da circostanze poco legittime riguardo alla vita sociale e naturale.
Dopo di che avendo continuato a portare la testimonianza e a predicare in altre regioni d'Italia come: Calabria, Campania, Ischia, su Internet ecc. E in fine da oltre 15 anni al PC sto vedendo i risultati della corrispondenza elettronica e del web. Dio vi benedica.